“Dopo anni ad Asti ho scelto di fare il pasticciere per la mia terra”. La storia di Cono Tropiano Il titolare della Pasticceria Tropiano "Peccati di Gola" racconta la storia di una dolce carriera












Un treno che parte da Salerno per raggiungere il Piemonte. Sul vagone un adolescente di Teggiano con il sogno di diventare pasticciere e di apprendere i trucchi del mestiere ad Asti. E’ questo l’inizio della storia professionale del Maestro pasticciere Cono Tropiano, titolare, insieme al fratello Franco, della Pasticceria Tropiano “Peccati di Gola” a Silla di Sassano, ospite dell’appuntamento con la rubrica “Fare impresa. Professionisti si raccontano“.

Cono, sin da piccolo, si sente attratto dall’arte dolciaria piuttosto che da quella della panificazione, mestiere di papà Paolo e mamma Paolina. Dopo il tirocinio in una pasticceria salernitana, decide di raggiungere i parenti in Piemonte e di imparare il mestiere nel corso di uno stage nella Pasticceria Lauri di Asti. Inizia qui l’anima imprenditoriale del giovane Cono che decide di aprire una sua pasticceria in Piemonte, il “Quadrifoglio”. Ma il richiamo della terra natìa e degli affetti è troppo forte e così il pasticciere teggianese ritorna nel Vallo di Diano e, con il fratello Franco che lo stava aspettando, decide di investire a Silla di Sassano aprendo il primo laboratorio della Pasticceria “Peccati di Gola”.

Con il tempo i clienti diventano sempre di più, i fratelli Tropiano vengono scelti per addolcire ogni tipologia di evento o cerimonia, le loro creazioni sono sempre più apprezzate. Questo successo in crescendo dà la spinta a Cono e Franco per aprire un nuovo punto vendita con laboratorio più spazioso. Cambia il modo di lavorare: non soltanto pasticceria di alta qualità, ma diversi angoli a disposizione della clientela affezionata, dalla panetteria alla gelateria artigianale, passando per la caffetteria e la biscotteria. “Peccati di Gola” in poco tempo diventa anche un locale di intrattenimento o, come lo definisce lo stesso Cono, “un locale multifunzionale“, offrendo serate a tema e musicali e trasformandosi in piacevole punto di incontro per tutti i valdianesi. Un posto accogliente in cui si respira aria familiare, grazie anche a Loreta, moglie di Franco, e ai cordiali dipendenti con cui i fratelli Tropiano hanno stretto un legame affettuoso e fatto di rispetto. Quel rispetto insegnatogli dai genitori, che con grosso sacrificio e tanta umiltà hanno gettato le basi per quella che in pochi anni è diventata tra le più rinomate attività del Vallo di Diano.

– Chiara Di Miele –


VAI ALLA RUBRICA  Fare impresa. Professionisti si raccontano

 




2 Commenti

  1. Giovanni Cafaro says:

    La pasticceria dei fratelli Tropiano e’ la fonte del dolce e non soltanto nel Vallo di Diano ma di tutta la provincia salernitana. Ogni qualvolta da Roma vengo a Trinita’ , nel ripartire porto agli amici e per la mia famiglia qualche vassoio di pasticcino e Vi assicuro che l’effetto e’ positivissimo. Grazie ai Tropiano espressione positiva dell’imprenditoria Valdianese.

  2. zinedine zidane says:

    ….grande cono!

Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*