Al via domani a Camerota il servizio navetta per raggiungere le località turistiche e balneari

































Al via il servizio urbano aggiuntivo a Camerota da domani, sabato 23 giugno al 23 settembre.

L’Amministrazione Comunale di Camerota, guidata dal sindaco Mario Salvatore Scarpitta, ha deciso, per quest’anno, non solo di confermare il servizio urbano ma di intensificare le corse da e per la località Mingardo, al fine di migliorare i servizi di collegamento sul tratto ove lo scorso anno, la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania, dispose il sequestro, e la conseguente chiusura, dei tratti adibiti a parcheggi per questioni di sicurezza.

Le corse da e per Mingardo saranno ben 36, con una cadenza di circa 15 minuti negli orari di punta. Vengono confermate inoltre 10 corse da e per le frazioni di Licusati, Lentiscosa e Camerota.  Il costo del biglietto è di 1,70 euro ma sono previste scontistiche particolari fino a ridurre il biglietto ad 1,00. Sono state individuate anche delle aree di parcheggio dove le navette effettueranno fermata. Un servizio diverso dagli altri anni che aiuterà l’economia locale e migliorerà le condizioni di trasporto all’interno del Comune. E’ volto sicuramente agli ospiti che affolleranno Camerota nel periodo estivo ma anche e soprattutto agli operatori turistici e proprietari di strutture balneari del litorale.






La grande attenzione di questa Amministrazione si misura con i fatti che ogni giorno portiamo a compimento grazie al supporto di tutta la squadra e, in questo caso, alla dedizione del consigliere D’Alessandro delegato alla Viabilità – precisa il sindaco di Camerota Mario Salvatore Scarpitta – dopo i sequestri della Procura era compito nostro trovare una soluzione per decongestionare l’area del Mingardo e cercare di prelevare i turisti anche dal centro cittadino mediante un servizio di trasporto urbano in modo da consentire l’accesso ad un numero elevato di ospiti alla Cala del Cefalo. Abbiamo incontrato più volte gli operatori turisti e i proprietari dei lidi balneari che hanno condiviso questa soluzione”.

– Claudia Monaco –

























Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*