Abusivismo nel Cilento, sequestrato uno stabilimento balneare sulle Spiagge del Mingardo



































E’ intensa l’attività preventiva di controllo agli stabilimenti balneari della costa del basso Cilento portata avanti dagli uomini della Guardia Costiera in vista dell’ormai avviata stagione balneare.

I militari dell’Ufficio Locale Marittimo – Guardia Costiera di Marina di Camerota, guidati dal Luogotenente Amleto Tarani, hanno sequestrato un intero stabilimento balneare.

Il lido, situato lungo le “Spiagge del Mingardo”, era stato realizzato senza alcun provvedimento autorizzativo e senza permesso a costruire. Inoltre, la gestione della concessione era stata affidata a terzi senza le formalità prescritte dal codice della navigazione. L’intera area posta sotto sequestro, di circa 1200 metri quadri, include una struttura in legno sopraelevata adibita a bar/punto ristoro, bagni chimici e docce, e una sessantina tra ombrelloni e lettini presenti in numero ridotto sulla spiaggia in considerazione del maltempo.







L’attività è stata condotta fuori dall’orario di affluenza del pubblico, proprio al fine di non turbare la quiete dei turisti che godono delle bellezze delle spiagge del Cilento.

I gestori della struttura e il titolare sono stati denunciati  all’Autorità Giudiziaria di Vallo della Lucania .

– Claudia Monaco –

































Commenta la notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*